Blog

In molti Paesi Ocse i giovani di oggi saranno gli anziani in difficoltà domani.

Il Rapporto Preventing Ageing Unequally mostra come il legame tra status socio-economico e salute sia determinante sin dai primi anni di vita sul percorso scolastico e l’inserimento lavorativo. In Italia i giovani sono i più penalizzati.

I cambiamenti demografici, l’aumento tendenziale delle diseguaglianze e una contrazione delle finanze pubbliche stanno incidendo in maniera significativa sulle prospettive future dei cittadini: con un’aspettativa di vita più lunga, famiglie meno numerose, nuovi modelli lavorativi e l’innalzamento dell’età pensionistica in molti Paesi, saranno proprio i giovani a trovarsi in contesti del tutto nuovi per la terza età.

Continua a leggere.

Posta un commento

Close