L’obiettivo del progetto è quello di garantire assistenza giuridica ad una generazione “a rischio di affermazione” in termini di diritti, qualità di vita, di emancipazione e partecipazione sociale.

Per la prima volta, dal dopo-guerra in poi, si rischia l’avvento di generazioni più “povere” delle precedenti, con minore “mobilità sociale”, in quanto le prospettive dei giovani sono sempre più subordinate alle condizioni di partenza delle famiglie di origine.

I professionisti sono a disposizione per rispondere a tutti i quesiti giuridici in materia di diritto di famiglia, diritto penale e diritto canonico. Il tutto con particolare attenzione alle fasi della crisi della famiglia, alla tutela dei minori ed al sostegno ai genitori.

ANTARES ha deciso di stipulare una convenzione con alcuni avvocati qualificati che prevede una prima consulenza gratuita che sarà fornita dall’ avvocato prescelto.

Gli avvocati che al momento hanno sottoscritto la convenzione e ai quali i soci si possono liberamente rivolgere utilizzando i recapiti appresso indicati, sono:

Avv. Antonio Fascia – con studio in Brescia Via Frat. Folonari n. 7 – 25126 Brescia – Tel. 030/8374311
Cell. 339 3876917 – email:
avvocato.fascia@gmail.com

Avv. Pamela Nodari – con studio in Bergamo Via S. Orsola n. 31 – 24122 Bergamo – Tel. 035/215362
Fax 035 215058 – email: pamelanodari@tiscali.it

Avv. Amalia Maggio – con studio in Foggia Via A. Gramsci n. 39/A – 71122 Foggia – Tel. 0881/311289
Cell. 328 3642601 – email: avv.amaliamaggio@libero.it

Avv. Francesca Ventura – con studio in Bologna Via San Gervasio n. 10 – 40121 Bologna – Tel. 051/332394
Fax 051 19980690 – email: ventura.francesca@gmail.com

 

Valutata la documentazione e le informazioni fornite dalla famiglia il professionista darà il proprio parere e consiglio sui passi da fare nei confronti del caso in questione. Laddove non sia possibile tentare una soluzione bonaria della situazione, l’avvocato proporrà alla famiglia una proposta di azione legale che, se accettata dalla famiglia, comporterà l’assunzione delle spese con un tariffario contenuto. Per evitare qualsiasi fraintendimento o contestazione si consiglia la famiglia di richiedere un preventivo scritto delle spese da sostenere.