Blog

Alcuni consigli per la realizzazione di una mappa concettuale

Nei giorni scorsi un educatore ANTARES dello Spazio Andersen, ha chiamato in associazione raccontando un’avvenimento che ci riempie di orgoglio e felicità.

Ci è stato raccontato che durante un controllo dei compiti in classe, fra questi, un’insegnante ha trovato una mappa concettuale del compito in questione. Le piacque a tal punto che volle farne una fotocopia per poterla distribuire a tutti gli alunni della classe, sottolineando la semplicità e la chiarezza con cui era stata realizzata la mappa. Dicendo che sarebbe stato un’ottimo esempio da cui prendere spunto per la realizzazione di proprie mappe concettuali future.

Per questo oggi siamo contenti di condividere con voi la mappa concettuale da cui hanno preso spunto l’educatore e l’alunna dello spazio Andersen.

Alcuni consigli per la realizzazione di una mappa concettuale:

  • Vanno preferite strutture gerarchiche nelle quali sia chiaro l’argomento principale (titoli) e i cui concetti siano organizzati dal generale particolare.
  • Nei nodi concettuali devono essere scritte solo parole-chiave.
  • Ottimale è usare riferimenti visivi: immagini, foto, colori, ecc.
  • Sulle frecce possono essere usate delle parole-legame (parole-ponte) o delle domande per ritrovare più facilmente i collegamenti e le risposte.

 

Alt="Come fare una mappa concettuale"

 

Mappa concettuale tratta dal libro: Come leggere la dislessia e i dsa – Giunti scuola

Posta un commento